Woman celebrating weight loss on a medical weight scale.

Capire come perdere 1 kg a settimana può essere un’impresa ardua se sei all’inizio del tuo percorso dimagrante.

Forse vorresti iniziare a dimagrire e a perdere quei chiletti in eccesso, ma non sai quale dieta seguire, non ti preoccupare, attraverso la lettura di questo articolo scoprirai le migliori indicazioni dietetiche per perdere 1 kg a settimana.

Se vuoi migliorare la tua composizione corporea – minor quantitativo di massa grassa e maggior quantitativo di massa muscolare – devi sapere che oltre a seguire un buon regime dietetico è di fondamentale importanza seguire anche qualche forma di attività fisica in grado di bruciare i grassi, e allo stesso tempo ridurre al minimo il catabolismo muscolare.

Non perdiamo altro tempo e andiamo a scoprire subito come perdere 1 kg ogni 7 giorni.

È possibile perdere 1 kg a settimana?

Certo, che è possibile! Tuttavia, sono diversi i fattori che cooperano tra di loro per favorire la perdita di peso. Una persona maggiormente obesa seguendo tutti i dettami di un buon stile di vita dimagrante perderà quasi sicuramente un quantitativo di kg maggiori, rispetto ad una persona in sovrappeso. Questo

dipende dal fatto che è l’organismo stesso che non vede l’ora di ridurre la propria massa corporea.

Detto questo, per perdere 1 kg a settimana devi migliorare il tuo riposo notturno, consumare cibi ricchi di nutrienti, ma poveri di calorie, e soprattutto ridurre al minimo la produzione di cortisolo, noto ormone dello stress.

Migliori consigli per facilitare la perdita di peso

Per poter davvero perdere 1 chilo a settimana devi necessariamente:

CURARE IL SONNO: Un buon riposo notturno è di fondamentale importanza, poiché un sonno disturbato aumenta sia il cortisolo, che la grelina, noto anche come ormone della fame. Quando non dormi sufficientemente e ti senti stressato ed irritabile, i livelli di grelina schizzano in alto spingendoti verso il consumo di cibi ricchi di calorie.

SEGUI UNA DIETA POVERA DI CARBOIDRATI: Studi hanno dimostrato che le diete che si prestano maggiormente a favorire la perdita di peso sono le diete povere di carboidrati, le diete vegane, il digiuno intermittente e le diete liquide. Per quanto mi riguarda, solo la prima dieta è sostenibile nel lungo periodo, poiché le altre tre possono portare a gravi carenze nutrizionali, e i casi rari, persino alla malnutrizione.

Una dieta povera di carboidrati, è un regime dietetico che prevede un largo consumo di verdura cruda e cotta, frutta secca e fonti proteiche magre, come il petto di pollo e tacchino.

Durante la giornata puoi anche consumare qualche alimento ricco di glucidi, come ad esempio un frutto o 50 grammi di riso integrale. L’importante è non consumare un quantitativo eccessivo di glucidi.

FAI ESERCIZIO FISICO: Per facilitare la perdita di peso devi creare un deficit energetico, in modo che il tu organismo utilizzi il grasso come carburante principale. Tuttavia, senza l’esercizio fisico il corpo oltre a ridurre il grasso favorisce anche la perdita di massa muscolare, portando in alcuni casi ad una brutta estetica generale.

Oltre a migliorare l’estetica generale, è consigliabile abbinare l’attività fisica alla dieta ipocalorica anche per ridurre drasticamente l’insorgenza di alcune patologie o problematiche di salute.

Queste sono solo alcune dei benefici che possono avere le persone che seguono un programma di attività fisica:

  1. 35% di rischio in meno di soffrire di malattie cardiocircolatorie
  1. 50% di rischio minore di soffrire di diabete di tipo 2
  1. 50% di rischio minore di soffrire di cancro al colon
  1. 83% di rischio minore di soffrire di osteoartrite o qualsiasi complicanza associata al sistema tendineo o osseo

BEVI MOLTA ACQUA: Bevi almeno 2 litri d’acqua al giorno. Oltre ad eliminare le tossine e migliorare il metabolismo, essere continuamente idratati riduce il consumo di calorie in eccesso.

MASTICA LENTAMENTE: Non mangiare come se dovessi vincere una gara. Assapora lentamente ogni boccone, cercando di ridurlo in poltiglia prima di ingerirlo. Uno studio ha rilevato che le persone che consumano i pasti velocemente sono spinti a consumare un quantitativo maggiore di calorie,

poiché il corpo ha bisogno di almeno 20 minuti prima di lanciare segnali che indichino che il cibo è arrivato nell’intestino.

Se sei alla ricerca delle migliori diete dimagranti ti consiglio di visitare www.dietaperdimagrire.org

Comments

comments