Negli ultimi anni si associa la mascherina all’emergenza sanitaria Covid-19, ma se si osserva con attenzione si noterà come questo oggetto era già presente nella vita delle persone. In particolare, è un dispositivo di protezione individuale impiegato dai sanitari o da alcune categorie di lavoratori, ma anche da coloro che soffrono di una sensibilità alle polveri e allo smog. In questo caso, la migliore mascherina antiallergica diventa un prodotto indispensabile per la vita di tutti i giorni, tutelando le vie aeree da infiammazioni e migliorando la qualità di vita delle persone. 

Oggi le mascherine sono obbligatorie per legge, un articolo che si è integrato in maniera forzata nelle vita delle persone, portandole a rapportarsi inizialmente con una certa difficoltà nei loro confronti, ma considerandole successivamente un oggetto quotidiano.
Di seguito andremo a considerare i cambiamenti che le mascherine hanno determinato nella vita dei cittadini, soffermandoci sugli utilizzi più comuni e quelli poco conosciuti.

Mascherine e vita quotidiana: alcune considerazioni

Sono diversi gli esempi che dimostrano come l’essere umano si è adattato a questo articolo, integrandolo nella quotidianità. Infatti, la mascherina è ormai un oggetto che, come il cellulare, è sempre presente nelle borse delle donne o nella giacca di un uomo.
Nelle case degli italiani si effettuano scorte di questo prodotto, dato che non se ne può rimanere senza: è obbligatorio nei luoghi pubblici, si deve indossare al lavoro, portare in borsa o in tasca se si cammina all’aperto e si incontra qualcuno e utilizzare se si vuole stare a contatto con altre persone.

A questo si aggiunge che si è sviluppata un vera e propria cultura delle mascherine, con una conoscenza profonda delle loro caratteristiche di protezione e su quali sono le diverse tipologie di modelli, da quella chirurgica, alle versioni FFP2 e 3.
Parole come capacità filtrante, particelle e micron sono entrate nel linguaggio quotidiano, dato che fanno riferimento al livello di protezione che può dare la mascherina e alla tipologia di polveri e di organismi che possono essere bloccati dai tessuti e materiali di cui è composta.

La cultura della mascherina si è rafforzata grazie alla necessità di conoscere in maniera attenta quali sono le diverse tipologie, e i livelli di protezione che possono offrire quando lo si indossa, sottolineando l’importanza di acquistare solo modelli che siano certificati e realizzati da ditte specializzate nella loro produzione.
Se si osserva questo oggetto potrebbe sembrare un prodotto realizzato in modo semplice, ma la realtà è ben diversa, dato che al suo interno si racchiude una tecnologia elevata collegata ai diversi strati di tessuto filtrante.

Basta considerare che in base ai diversi modelli sono presenti materiali che vengono sovrapposti al fine di permettere la giusta traspirazione e al contempo bloccare le particelle in entrata portatrici di virus e fonte di batteri.
Per esempio, le versioni FFP2 prevedono un numero elevato di strati con diversi materiali on il 95% di protezione contro agenti esterni, mentre quelle FFP3 tale livello sale al 98%.

Inizialmente la mascherina era considerata fastidiosa, estranea a chi la indossava, producendo anche una certa insofferenza dopo diverse ore. Oggi si è trasformato in un prodotto indispensabile, da utilizzare anche dopo la somministrazione dei vaccini al fine di essere immuni dalla diffusione del Covid-19. 


Quali sono gli utilizzi delle mascherine nella quotidianità

Spesso quando si parla delle mascherine si collega la loro funzione solo a quella protettiva, ovvero alla capacità di limitare il passaggio di determinate particelle che possono essere nocive alla salute dell’uomo.
Ma il loro impiego nella vita di tutti i giorni ha portato a considerare anche altre tipologie di utilizzi che si discostano da quello sanitari. Un esempio è la loro funzione dal punto di vista estetico, nello sport, come strumento sociale e come mezzo di sensibilizzazione nei confronti delle problematiche ambientali.

• Le mascherine e l’estetica: l’utilizzo nella vita lavorativa, per fare la spesa e per uscire la sera, ha trasformato le mascherine in un oggetto che influenza lo stile di ogni individuo. Il colore bianco non si adatta a tutte le varie necessità oltre a non integrarsi con alcune forme di abbigliamento o di eventi. Per questo sono state sviluppate colorazioni sempre più diverse e adattabili, oltre alla possibilità di personalizzarle, aggiungendo scritte oppure il logo di un’azienda. In questo modo la mascherina si è trasformata da elemento standardizzato a un prodotto unico presente sul viso di ogni persona e che rielette il suo modo di essere.
È diventato un accessorio da coordinare con latri oggetti come occhiali, cappelli e foulard.

• Sport e DPI: lo sviluppo di modelli che hanno una capacità di protezione elevata anche dopo essere state utilizzate e lavate, ha permesso un loro costante utilizzo anche durante l’attività sportiva. Le mascherine possono essere molto vantaggiose ai corridori o a ciclisti che si trovano ad affrontare percorsi cittadini e vogliono proteggersi dalle particelle di smog o da altre tipologie di pulviscolo che limitano le loro prestazioni atletiche. Inoltre, sono indispensabili per l’attività al chiuso, offrendo il giusto grado di traspirazione ma un’elevata protezione.


• Funzione sociale delle mascherine: data la loro particolare conformazione, ricoprendo la bocca, una parte della faccia e del naso, le mascherine si sono trasformate anche in un oggetto utile per essere sé stessi senza preoccuparsi del giudizio delle persone. Infatti, permettono a un individuo di passare inosservato, dato che non è sempre facile riconoscere le fattezze del viso di una persona che indossa una mascherina. A questo si aggiunge che eventuali imperfezioni del viso, come la presenza di arrossamenti oppure la mancanza di trucco non sono facilmente visibili.

• Mascherine e tutela dell’ambiente: l’utilizzo quotidiano delle mascherine ha portato anche a dover risolvere una problematica dal punto di vista ambientale, in quanto rifiuti speciali e che non possono essere ricalati, sviluppando una maggiore sensibilizzazione sugli effetti dell’inquinamento da parte dell’uomo sul nostro Pianeta.
Oggi sono presenti modelli che possono essere riutilizzati più volte e sterilizzati, grazie a tessuti resistenti e con un’elevata capacità filtrante. In questo modo sarà possibile tutelarsi e al contempo rispettare l’ambiente. 

• Mascherine e attività lavorative: l’obbligatorietà di impiegare questo dispositivo di protezione individuale ha portato diversi vantaggi anche per la sicurezza dei lavoratori in alcune attività imprenditoriali, in cui si può integrare una protezione aggiuntiva alle vie respiratorie, in presenza di polveri o durante l’impiego di particolari prodotti.


Cosa valutare al momento dell’acquisto e a chi rivolgersi

Per scegliere la mascherina più adatta si dovranno considerare diversi fattori. In primo luogo, si dovrà valutare il livello di filtrazione in base all’utilizzo che se ne deve fare. Per esempio per un’attività sportiva all’aperto può essere utile il modello chirurgico o una FFP2 mentre nel caso in cui ci si reca in un posto a chiuso a lavoro o per un’uscita serale, può essere più adatta una versione FFP2 o FFP3.

Altra considerazione riguarda al funzione estetica, dato che sarà necessario scegliere un modello che preveda la possibilità di essere personalizzato.
Inoltre, sarà indispensabile considerare la presenza di una certificazione CE che attesti la tipologia di materiali che è stata impiegata e inoltre il livello di protezione offerto dal prodotto.

Per avere la certezza di disporre di una mascherina di qualità e che si adatti a tutte le tipologia di attività quotidiana, la soluzione è quella di rivolgersi al sito Maskhaze.it, un’e-commerce specializzato negli anni nella vendita di dispositivi di protezione individuali che prevedono tutte le caratteristiche di qualità e di sicurezza previste per legge.

Si disporrà di un ampio numero di prodotti utili per tutelare la propria salute, dai gel igienizzanti a un vasto assortimento di mascherine. Ogni articolo prevede una sua scheda in cui sarà possibile verificare le caratteristiche e, nel caso delle mascherine, la loro capacità di filtraggio e di protezione. Inoltre, si disporrà di un vasto assortimento di modelli, con colorazioni che si adattano a tutte le esigenze, a cui si aggiunge un blog con articoli informativi, utili per apprendere come utilizzare al meglio questo prodotto e tutti i diversi impieghi.
Sarà possibile ricevere le mascherine direttamente a casa propria o in ufficio nel giro di 24-48 ore, con pagamento online, oppure in contrassegno alla consegna.

Comments

comments