Capri: una perla nel Golfo di Napoli

Capri è uno dei posti più belli al mondo. Un’isola che ha incantato milioni di turisti che giungono da ogni angolo del mondo per godere delle bellezze dell’isola del Golfo di Napoli. Il primo estimatore dell’Isola di Capri fu proprio l’Imperatore romano Augusto, che nel 29 a.C. la sciolse dalle dipendenze di Napoli e diede inizio al suo dominio privato. Il suo successore, l’Imperatore Tiberio, la scelse addirittura come ritiro dalla vita politica di Roma e fece costruire ben 12 ville, tra cui Villa Jovis a Capri e Villa Damecuta ad Anacapri.

Le bellezze di Capri

Le bellezze dell’isola sono davvero tantissime. Posti incantati che ogni anno portano sull’isola milioni di turisti. Qui puoi trovare tutti i dettagli dei prezzi traghetti da Napoli a Capri. L’isola è bella in ogni periodo dell’anno, indipendentemente dall’eventuale affollamento o dalle condizioni meteo, e in ogni periodo potrete decidere cosa vedere in base a meteo e temperatura. Sicuramente la primavera inoltrata e il primo autunno sono i mesi migliori: il giusto caldo, l’isola poco affollata, mare tiepido e tutti i servizi aperti rendono Capri davvero speciale.

In estate, complici soprattutto le tante visite giornaliere, può essere più complicato e difficile godersi l’isola ma pianificando bene non ci saranno problemi; tenete anche conto che l’isola di sera è sempre tranquilla, anche in alta stagione, proprio perché l’ultimo traghetto per la terraferma parte abbastanza presto: può valer la pena fermarsi per una notte!

La Grotta Azzurra

Il primo luogo da visitare assolutamente a Capri è la famosa Grotta Azzurra. Si tratta di una grotta larga 25 metri e lunga 60 con un ingresso alto meno di un metro; per entrare nella Grotta bisogna letteralmente stendersi sulla barchetta di legno, l’unico modo per visitare la Grotta Azzurra. La visita alla Grotta Azzurra è a pagamento e l’ingresso si può raggiungere in barca con dei tour appositi ma anche a piedi, arrivando ad Anacapri e seguendo la strada per la Grotta Azzurra.

I faraglioni

Altro simbolo dell’isola sono i faraglioni, tre scogli che emergono dal mare e che caratterizzano il panorama dell’intero Golfo di Napoli. I Faraglioni non sono visitabili a piedi ma si ammirano perfettamente dal mare, e se decidete di partecipare a un tour organizzato intorno all’isola passerete sotto l’arco del Faraglione centrale.

Piazza Umberto I

La Piazzetta di Capri è simbolo della Capri mondana. Questa zona di Capri è affollata sia di giorno che di notte, complici anche i tanti ristoranti e bar all’aperto che ospitano turisti e gente del posto. Se vi sedete in uno dei bar in Piazzetta pagherete il vostro caffè molto di più rispetto ai classici bar, ma sicuramente è un’esperienza che, se si è a Capri, va assolutamente fatta. Via Camerelle è la strada imperdibile di Capri: i prezzi non sono alla portata di tutti ma passeggiare in mezzo a negozi lussuosi e botteghe tipiche è un must se si è a Capri.

Comments

comments