Rafforzare la meditazione con i cristalli

La meditazione se praticata con costanza può portare diversi benefici per il corpo e per la mente. Sempre più persone decidono di praticare la meditazione con i cristalli per potenziarne gli effetti positivi. Scopriamo insieme quali sono i benefici che possiamo trarre dalla meditazione e quali sono le migliori pietre da utilizzare. In prima fila comunque, troviamo senza dubbio il cristallo di rocca!

Benefici della meditazione

La meditazione è una pratica estremamente rilassante. Grazie a lei possiamo svuotare la mente dalle preoccupazioni giornaliere. Non solo tiriamo un sospiro di sollievo durante la pratica, ma otteniamo diversi vantaggi anche per tutto il periodo successivo. Quando meditiamo, per tutto il resto del giorno ci portiamo dietro una sorta di libertà mentale da quelli che sono i problemi. Non ci dimentichiamo di loro ma diventiamo molto più bravi nel riconoscere quelli fasulli e perciò allontanarli e vedere quelli veri in modo molto più obiettivo (così da trovare eventualmente la soluzione).

La meditazione promuove la concentrazione e la memoria. E’ di grande aiuto per chi soffre di disturbi psicosomatici, attacchi d’ansia e di panico, chi vive un periodo particolarmente stressante… Diversi studi hanno dimostrato i benefici che la meditazione ha sull’insonnia. Se avete difficoltà a dormire, di certo può esservi di grande aiuto praticare un po’ ogni giorno! Tra gli altri benefici fino a oggi riscontrati:

  • Influisce positivamente sull’attività cerebrale, la respirazione, il battito cardiaco e il metabolismo
  • Effetti benefici anche sulla depressione
  • Aiuta a gestire la paura
  • Mantiene le cellule più giovani a lungo

Non occorre meditare ore e ore ogni giorno. Bastano davvero 20 minuti per sentire la differenza. La cosa importante è chiaramente la pratica costante.

Alcune pietre per meditare

A questo punto, passiamo alle pietre. Potete usare l’energia positiva dei cristalli per ottenere risultati migliori durante la meditazione. Vi permettono i cristalli di immergervi meglio nella pratica, di svuotare la mente completamente e di attirare a voi energie positive.

Uno dei cristalli per me più utili è il quarzo ialino, conosciuto anche come cristallo di rocca. Lavora infatti sul settimo chakra. Questa pietra viene utilizzata per favorire il collegamento con le energie universali e per entrare in contatto con lo spirito guida.

Potete usare anche molte altre pietre, come per esempio l’ametista. Nota soprattutto per portare all’apertura progressiva del terzo occhio. Oltre a essere utile in meditazione, si dice che possa favorire lo sviluppo della chiaroveggenza o più semplicemente promuove un grande intuito e una maggiore empatia.

Tra le altre pietre da usare in meditazione possiamo trovare:

  • Selenite: aiuta a entrare in contatto con gli altri piani dell’esistenza.
  • Quarzo latteo: allontana i problemi e permette di focalizzarsi sugli obiettivi
  • Crisocolla: favorisce la concentrazione
  • Opale di fuoco: funziona da vera e propria guida spirituale
  • Calcite sferica: una pietra che ci accompagna nelle varie pratiche spirituali
  • Giada bianca: sblocca il settimo chakra e favorisce il contatto con le realtà superiori

Meditate con un solo cristallo alla volta, preferite quelli dalla forma sferica e piramidale. Potete anche meditare all’interno di un cerchio di pietre.

Comments

comments