La yogurtiera: l’elettrodomestico della salute

Lo yogurt ha proprietà benefiche molto importanti, non a caso molti nutrizionisti lo consigliano nelle diete dimagranti e specialmente disintossicanti.  Fare lo yogurt in casa con la yogurtiera è davvero semplice ed economico, potete creare il vostro yogurt sano e genuino utilizzando del buon latte, da preferire il latte intero o il latte fresco pastorizzato anche se in questo caso bisogna stare attenti alla scadenza, vi consigliamo di farlo bollire prima, usandolo poi solo una volta ritornato a temperatura ambiente.

 

Nel giro di pochissimi minuti potete creare lo yogurt su misura che più si addice ai vostri gusti personali, uno yogurt personalizzato buono come quello disponibile nel banco frigo anche se la differenza sta nella qualità dei prodotti utilizzati e nella freschezza. Il risultato finale dipende molto dagli ingredienti selezionati con cura e dal modello scelto, quindi scegliete prodotti di qualità e individuate il modello più adatto ai vostri bisogni. Vediamo insieme quali sono le differenze e come orientarsi per scegliere una yogurtiera che facciamo al caso nostro.

 

Caratteristiche yogurtiera

 

La yogurtiera è un elettrodomestico che permette di ottenere lo yogurt all’interno di pratici vasetti da supermercato di circa 100 – 150 ml, fino a un massimo di 8 contenitori. Questi vengono mantenuti ad una temperatura costante di 40-45 gradi, per sviluppare all’interno quei batteri che permettono di trasformare il latte in yogurt. I vasetti sono personalizzati con datario e scadenze, mentre la macchina vera e propria presenta coperchi e contenitori da lavare in lavastoviglie e dunque facili da pulire.

 

La yogurtiera ha una serie di caratteristiche che la contraddistinguono e che diversificano le varie tipologie presenti sul mercato: esistono infatti yogurtiere con contenitore singolo, yogurtiere con piccoli scomparti occupati da un vasetto di circa 100 – 150 ml e yogurtiere a caraffa solitamente più ampie e meno ingombranti in rapporto al volume di yogurt prodotto, per questo motivo sono considerate le migliori in assoluto per preparare elevate quantità di yogurt.

 

Yogurtiera a vasetti o a caraffa

 

La yogurtiera a vasetti presenta un vano largo e basso, ideale per contenere 8 vasetti di yogurt da 150 ml. Questo tipo di yogurtiera risulta però troppo ingombrante rispetto allo yogurt che riesce a produrre, per questo motivo è preferibile una yogurtiera a caraffa, facile da riporre anche in frigo, occupando meno spazio. La yogurtiera a caraffa è stretta e abbastanza alta, in grado di mettere in incubazione un contenitore da 1,5 litri e anche più e produrre quantità di yogurt superiori, anche se in questo caso lo yogurt non si raffredda facilmente.

 

Come funziona la yogurtiera

 

Il procedimento per fare lo yogurt è molto semplice: mescolate un litro di latte a temperatura ambiente con un vasetto di yogurt intero da usare come starter, meglio se è il vostro preferito o utilizzate in alternativa allo yogurt delle bustine di fermenti lattici da acquistare in farmacia.

Assicuratevi di non eccedere nelle quantità, un cucchiaino per un litro di latte è più che sufficiente e trattate termicamente il latte per 15 minuti a 90 gradi, dopo averlo filtrato, in seguito fatelo raffreddare e aggiungete lo starter per metterlo in incubazione.


Mescolate il latte per non creare grumi e versate nei contenitori della yogurtiera, ora avviate il programma a 8 ore e attendete che lo yogurt si raffreddi per trasferirlo negli appositi vasetti in frigorifero. Ora il vostro yogurt è pronto per essere servito ma prima lasciatelo raffreddare in frigorifero per almeno 6-8 ore, in questo modo si rassoderà in modo ottimale.

Comments

comments