A ciascuno il suo materasso: come scegliere il modello giusto

Meterasso matrimoniale

La scelta del materasso deve essere effettuata valutando, oltre alle caratteristiche tecniche del prodotto, anche la posizione che abitualmente si tende ad assumere durante il riposo notturno. Ogni posizione, infatti, richiede un tipo di supporto differente.

Dormire sul fianco

Molti amano dormire sul fianco. Nello specifico, dormire sul fianco sinistro ha effetti positivi sulla salute, in quanto facilita il drenaggio linfatico, migliora la circolazione sanguigna, è benefico per il flusso della bile, riduce il rischio di apnee notturne e favorisce una digestione corretta e l’eliminazione delle tossine. Dormire sul fianco sinistro è molto utile anche in gravidanza, per dare sollievo alla schiena, evitare che l’utero provochi un’eccessiva pressione sul fegato e migliorare l’afflusso del sangue verso i reni e l’utero.

Dormire sul fianco, però, aumenta fino a sette volte il peso esercitato sui punti di pressione, come le spalle ed i fianchi. Pertanto, chi predilige dormire su un fianco è consigliabile che si orienti su materassi che offrano supporto e sollievo nei punti di pressione.

Meterasso a una piazza e mezza

Il modello consigliato a chi dorme sul fianco è un materasso in Memory Foam, che si adatti alla struttura corporea, offrendo una comoda superficie a livello dei punti di pressione e sostenendo adeguatamente il resto del corpo. Un materasso semi-rigido è adatto anche a chi dorme sul fianco in posizione fetale, con le gambe piegate e le braccia accostate al petto.

Scegliendo un materasso eccessivamente rigido, i fianchi e le spalle subirebbero una pressione eccessiva e la colonna vertebrale potrebbe risultare disallineata. Con un modello troppo morbido, invece, si rischia di sprofondare.

A chi dorme sul fianco, consigliamo di usare un guanciale medio-alto, in modo che il capo ed il collo siano in linea con la colonna vertebrale.

Dormire supini

Dormire sulla schiena consente di minimizzare i dolori muscoloscheletrici a collo e schiena, contrastare il reflusso gastroesofageo ed evitare contratture muscolari.

Alle persone che dormono a pancia in su occorre un adeguato sostegno per la parte inferiore della colonna vertebrale. Il materasso adatto a chi dorme supino deve sostenere la parte bassa della schiena, adattandosi alla naturale curvatura della colonna vertebrale. Scegliere un materasso troppo morbido può far assumere posizioni scomode ed innaturali, mentre un modello troppo rigido rischia di causare tensione ai muscoli lombari.

Un materasso medio-rigido in Memory Foam o in lattice, in grado di sostenere la regione lombare e la colonna vertebrale, è la scelta migliore per chi dorme supino.

Dormire proni

Dormire a pancia in giù richiede una superficie sufficientemente rigida, per evitare che i fianchi ed il torace affondino rispetto al resto del corpo, causando inevitabilmente dolori alla schiena ed al collo. Occorre, quindi, un sostegno solido, che non segua la forma della struttura corporea. I materassi più indicati per le persone che dormono prone sono i modelli a molle o in lattice.

Cambiare posizione nel sonno

Capita a molti di cambiare frequentamene posizione durante la notte, addormentandosi, ad esempio, a pancia in su e svegliandosi proni, o viceversa, senza ricordarsi di averlo fatto. La maggior parte delle persone durante il sonno alterna le tre posizioni illustrate.

Adatto a chi ha la tendenza a muoversi spesso durante la notte, un materasso medio-rigido in Memory Foam è in grado di adattarsi a diverse posizioni, impedendo il trasferimento dei movimenti da un lato all’altro del letto e bilanciando supporto e sollievo nei punti di pressione.

 

Materasso singolo

Comments

comments