Cataratta e intervento: come risolvere il problema definitivamente

Quando si parla di cataratta e intervento si parla di una soluzione utile e assolutamente sicura per risolvere un difetto della vista che può diventare anche particolarmente fastidioso e pericoloso con il passare del tempo. La vista è infatti l’organo di senso forse più importante e delicato in assoluto, di conseguenza bisognerebbe sempre prestare la massima attenzione alla risoluzione di ogni problema a essa collegato. Di solito la tendenza generale è quella di affrontare principalmente quei difetti visivi come miopia e astigmatismo, ma la cataratta merita uguale attenzione in quanto trattasi ormai di una patologia che purtroppo affligge sempre più persone, e non necessariamente solo anziane. In questo senso per la cataratta l’intervento rappresenta l’unica valida soluzione in quanto ancora non esistono cure farmacologiche per curare o prevenire questa patologia.

Proprio per questo motivo esistono importanti professionisti di grande esperienza che possono eseguire questo delicato intervento in completa e totale sicurezza. Ma cosa si intende comunemente per cataratta? La cataratta è la progressiva opacizzazione del cristallino, ovvero la lente naturale dell’occhio, ed è una patologia che colpisce nella maggior parte dei casi la popolazione che ha superato i 60 anni di età.

Esiste però anche la cataratta congenita che colpisce i più giovani, oppure può anche manifestarsi a causa di condizioni esterne come forti traumi locali oppure per via dell’esposizione prolungata a fonti di calore intense. Peraltro anche l’assunzione di farmaci cortisonici può contribuire in taluni casi a sviluppare questa patologia, e in questo caso si parla di cataratta di cortisone. Di solito, ma non sempre, la cataratta colpisce prevalentemente le persone già afflitte di miopia elevata, ma dato che gli occhi sono organi molto delicati per eseguire un intervento è necessario rivolgersi a professionisti del settore in grado di eseguirlo con la tecnica della facoemulsificazione laser. Al fine di eseguire l’intervento di cataratta nel modo migliore bisognerebbe realizzarlo il prima possibile. La cosa migliore sarebbe eseguirlo un occhio per volta in modo così da rendere meno problematiche le fasi post-operatorie per il paziente.

Dopo il buon esito di una operazione di cataratta il paziente può ritenersi guarito e con il passare del tempo vedrà aumentare il senso di profondità della vista, la percezione di colori, le capacità di lettera e anche l’equilibrio visivo. Una volta stabilito con la consulenza del proprio oculista il momento migliore per realizzare per la cataratta l’intervento con il laser si può procedere per via chirurgica con la tecnica della facoemulsificazione consistente nella rimozione del cristallino opacizzato e della sua sostituzione con un cristallino artificiale. La tecnica della facoemulsificazione viene di norma preceduta dall’utilizzo del laser a femtosecondi, una tecnica che offre molti vantaggi al paziente in quanto in questo modo la cataratta con l’intervento viene curata che pochi minuti. Non solo, si tratta di un intervento completamente indolore e che permette di recuperare molto velocemente le funzionalità dell’occhio operato senza nemmeno in molti casi doverlo bendare. Il paziente potrà tornare a casa già il giorno stesso dell’intervento che viene comunemente realizzato in modo ambulatoriale solitamente senza il fastidioso ricorso ai punti di sutura.

 

Comments

comments