Alitosi, cos’è e le cause

Alitosi è il termine scientifico utilizzato per indicare il comune alito cattivo. Non è un problema di cui si ama parlare con amici e parenti, così molto spesso non capiamo che sono molte le persone in costante lotta con l’imbarazzo di emanare odori poco gradevoli dalla loro bocca.

Se vuoi capire come combattere l’alitosi, devi prima individuare quali sono le cause che determinano la sua comparsa. All’interno di questo articolo vedremo dunque quali sono le cause dell’alitosi, così che tu possa capire come agire correttamente sul problema e sconfiggerlo definitivamente.

L’alitosi ha cause che non possono essere sconfitte semplicemente con l’utilizzo di spray per l’alito. Questi prodotti, oltre a non essere naturali, ti creano una dipendenza difficile da rimuovere. Arriveresti a credere che, senza il tuo spray, l’alito non potrà mai essere fresco!

La prima causa dell’alitosi è una scarsa igiene della bocca. I residui del cibo si depositano e rimuoverli diventa difficile, soprattutto se non hai adottato la buona abitudine di utilizzare il filo interdentale.

Anche la lingua deve essere pulita con cura, se vogliamo rimuovere la platina biancastra ricollegabile proprio all’alitosi. Queste chiazze bianche sulla lingua si formano a causa di germi, batteri e cellule morte, spesso causate dalla secchezza delle fauci, detta anche xerostomia.

È importante che tu impari a utilizzare bene lo spazzolino, a consumare la giusta quantità di dentifricio e di colluttorio. Sembra impossibile, ma quasi il 90% delle persone che soffrono di alitosi, vedranno scomparire il loro problema non appena adotteranno queste buone abitudini.

L’alitosi può però anche essere un campanello d’allarme.

L’alitosi può presentarsi a causa di alcune malattie. Tra le più comuni, vediamo quelle digestive. La gastrite, la nausea e la cattiva digestione sono tutte possibili cause, anche se più rare, dell’alito pesante. Il cibo non viene digerito e continua a mandare verso l’alto gli odori sgradevoli.

Anche le malattie respiratorie possono influenzare gli odori del tuo alito, dal comune raffreddore alla tonsillite. Non sono comunque da escludere anche bronchiti, arrossamenti di gola, tosse grassa, sinusite, ecc. Potrebbe essere che l’alitosi si presenta prima dei sintomi veri e propri. Per questo motivo è consigliabile sempre richiedere il parere del tuo medico.

L’alito cattivo può dipendere inoltre anche dalle malattie sistemiche come il diabete o le disfunzioni renali ed epatiche. In questi casi i rimedi naturali possono essere seguiti solo dopo il consulto medico. Alcune piante potrebbero contrastare gli effetti delle terapie farmacologiche.

Per terminare, va ricordato che l’alitosi può dipendere dai cibi che consumiamo abitualmente. Se ti piace arricchire i tuoi piatti con aglio e cipolla, potresti aver individuato la causa del tuo problema. Riduci questi alimenti e sfrutta i rimedi naturali contro l’alitosi per annullare in fretta il loro effetto, senza dimenticarti di fare una pulizia accurata dei denti.

Alcol e sigarette sono nemici dell’alito. Un utilizzo molto prolungato porta alla formazione dell’alitosi. Sono vizi quindi che, se proprio non si riesce a togliersi, dovrebbero almeno essere ridotti al minimo.

Le cause dell’alitosi sono molte. Alcune sono facilmente risolvibili e in tempi brevi. Altre cause richiedono da parte tua un impegno costante. Devi sapere però che l’alitosi può essere sconfitta. Utilizza i rimedi naturali e le giuste precauzioni e l’alito pesante diventerà solo un ricordo!

Comments

comments