Combattere l’ansia o vincere l’ansia?

Ho letto su un libro di un saggio che diceva che “se combatti puoi vincere o perdere, e molto probabilmente dovrai curarti le ferite”

Questo vale pure nella gestione delle emozioni come afferma il mental coach Mauro Pepe.

L’ansia è un’emozione molto importante, spesso anche salva-vita, ma se non gestita al meglio diventa depotenziante e particolarmente pericolosa. Generalmente, le persone non prendono il messaggio che è insisto in uno stato d’ansia, ma lo subiscono e ne pagano un prezzo decisamente alto.

L’ansia e il suo messaggio.

L’ansia è uno stato emotivo creato dal nostro corpo per comunicarci che potremmo vivere a breve una potenziale situazione di pericolo. Mentre la Paura comunica che il pericolo è imminente, l’ansia comunica che la situzione ( reale o immaginaria che sia ) che ci preoccupa è in uno stato latente. Potrebbe succedere o meno, e cerchiamo di capire come fuggire da quella esperienza.

Vincere l’ansia. Come gestire questo stato emozionale

L’ansia è un’emozione importante, ma come scrivevo prima, va gestita al meglio. Molte persone cercano di combattere l’ansia, compiendo un enorme errore. Infatti non si rendono conto che l’azione di combattere, porta con se, 2 possibilità, reali ed emotive: 1)perdere 2)vincere.

Invece se ci si focalizza su “vincere l’ansia” si riescono ad ottenere risultati straordinari, come spiega Mauro Pepe in questo post. Per vincere l’ansia intendo:

  1. Capire il corretto messaggio.
  2. Trasformarlo in positivo
  3. Capire l’opportunità che si cela dietro a quello stato emozionale
  4. Gestire l’emozione

Quindi, l’atteggiamento più produttivo sta nel gestire al meglio questa emozione. Ma questo proposito vale nella gestione delle emozioni in generale. I migliori mental coach hanno tra i loro obiettivi di insegnare la gestione delle emozioni alle persone che seguono. Raramente una persona che non impara agestire le sue emozioni raggiunge il suo successo personale, raramente raggiunge traguardi degni di nota. Le emozioni infatti possono essere dei freni molto depotenzianti o fornire quella marcia in più che fa la differenza nella vita.

 

Comments

comments