Il benessere passa anche dalla freschezza e dalla bellezza delle labbra

 

Un sintomo di benessere psico-fisico è anche dato da labbra fresche e belle, in ogni occasione. Infatti, sia la bellezza che la freschezza delle labbra denotano, a livello semiotico, giovinezza, sensualità e femminilità: segni indiscutibili di benessere fisico, di ‘star bene con il proprio corpo’, ma, in special modo di un benessere estetico e, in generale, anche psicologico.

Un labbro invecchiato, decadente, denota infatti una perdita di simmetria, quindi anche nel disegno e nelle linee: lo caratterizzano, in special modo, una riduzione delle dimensioni del vermiglio (fornendo un tipico aspetto piuttosto piatto e con evidente perdita di tono e colore), e una evidente perdita di “turgore, associato ad un aspetto piuttosto disidratato”, come afferma l’esperto di lifting medico Milano.

Il benessere psico-fisico, evidentemente influenzato dal nostro “vederci ancora belle e giovani allo specchio”, può essere indotto da interventi non invasivi in medicina estetica (esempi ne sono l’utilizzo dei fillers con acido ialuronico per ripristinare le proporzioni, ridare tono alle labbra, tonificarle in tutto il loro disegno originario). Altro caso è invece dato da una naturale asimmetria del disegno delle labbra (può anche non derivare direttamente dall’avanzamento dell’età e dal decadimento del corpo naturale): anche in questo caso, afferma uno dei maggiori esperti di tossina botulinica purificata a Milano, “esistono tanti prodotti che possono soddisfare diverse esigenze nel trattamento del ringiovanimento delle labbra. Per esempio esiste un acido ialuronico specifico per ottimizzare il volume delle labbra, che forma un strato molecolare compatto ma elastico e flessibile dando al labbro una naturalezza assoluta”.

L’estate porta consiglio e, un benessere a 360 gradi, sia fisico, che mentale, è ancora possibile, e in maniera assolutamente non invasiva: grazie alle novità della medicina estetica, vera antagonista naturale della chirurgia propriamente detta.

Comments

comments