Cuscino allattamento: pulizia e manutenzione

 

Il cuscino allattamento può essere riempito con cotone biologico, semi naturali, come farro o orzo, oppure fibre sintetiche realizzate appositamente per essere traspiranti e non scaldare troppo il bambino. solitamente si tratta di materiali anallergici, che non danno problemi di sorta. Ovvio però, che dobbiamo trattarlo nel modo giusto. Il cuscino per allattamento è uno di quegli accessori che si usano molto e facilmente si può sporcare, magari anche per i rigurgiti dei bambini. Solitamente si sconsiglia di lavare il cuscino in lavatrice, a meno che non sia indicato nelle indicazioni di lavaggio. Potete invece cercare di smacchiarlo a mano, usando del sapone neutro e lasciandolo asciugare bene al sole.

Quello che mi sento di consigliare, comunque, è scegliere almeno due fodere per il vostro cuscino per allattamento. In questo modo una volta tolta la fodera sporca, potrete subito inserire l’altra che lo proteggerà da nuovi incidenti. Le fodere solitamente costano poco e sono sempre lavabili in lavatrice. Chiuse da zip o stoffa a strappo, hanno l’apertura ben coperta, in maniera che il gancetto della zip non venga a contatto con il bambino, perché rischierebbe di graffiarlo. Lavate la fodera secondo le indicazioni dell’etichetta e lasciatela asciugare bene. Solitamente le fodere sono fatte con spugna di cotone biologico oppure con altri materiali, ma sempre naturali. Potete mettere l’ammorbidente durante il lavaggio, per fare in modo che risulti più morbida al tatto. Mi raccomando di non candeggiare, neppure se la fodera è bianca, perché i componenti chimici della candeggina potrebbero rimanere sulla stoffa e risultare irritanti per la pelle del bambino.

 

Comments

comments